Fibromialgia: L’infiammazione, la Depressione e i Biomarker.

Prima di tutto, mi scuso per la traduzione del testo, in alcuni casi, con termini tecnicamente scientifici è difficile trovare l’esatto termine in italiano ma, al di la di questo, ho scelto di tradurlo e di pubblicarlo per far capire, se mai ci fosse bisogno, quanto sia importante la ricerca scientifica. Quindi care amiche, cari amici, speriamo SOLO nella ricerca, solo questa ci darà una risposta al nostro dolore. Non ci saranno eventi fastosi, non ci saranno foto con accanto il presidente regionale di turno pronto a farsi scattare una foto con voi solo ed esclusivamente per propaganda elettorale, siatene certe, la foto, non è per voi, è solo per propaganda elettorale. detto questo passiamo al sodo.

M. Yao, Z. Zheng

Rheumatology, First Affiliated Hospital of Zhengzhou University, zhengzhou, China.

Testo estratto dai numerosi abstract contenuti nel: Autoimmunity 2022 Abstracts documento presentato dopo il 13 ° congresso internazionale sull’autoimmunità 2022 tenutosi ad Atene.

Contesto e obiettivi: la fibromialgia (FM) è una malattia multiforme, si suppone che l’infiammazione abbia un ruolo nella patogenesi della FM. Lo scopo dello studio era quello di esplorare le differenze nella clinica con caratteristiche e fisiopatologia dei pazienti con FM in diversi stati infiammatori.

Metodi: I profili di espressione genica del sangue periferico dei pazienti FM erano stati scaricati nel set di dati: GSE67311. Sono stati identificati geni infiammatori differenzialmente espressi e alcuni sottogruppi molecolari sono stati costruiti in base a questi geni infiammatori differenzialmente espressi utilizzati senza supervisione analisi di clustering, che presentano caratteristiche cliniche differenti. Nel frattempo, analisi dell’arricchimento del set genetico (GSEA) è stato utilizzato per analizzare i cambiamenti a livello di percorso in questi sottogruppi. L’analisi di regressione era utilizzato per cercare i biomarcatori associati alle caratteristiche cliniche. Infine, con il supporto della macchina vettoriale (SVM) si è valutata la capacità di classificazione di questi biomarcatori.

RISULTATI: I pazienti con FM sono stati divisi in due sottogruppi secondo 41 geni infiammatori differenzialmente espressi. Il gruppo ad alta risposta infiammatoria era caratterizzato da una importante depressione, non punteggio FIQR. GSEA ha mostrato che la via di segnalazione del TGFβ e la segnalazione dell’insulina il percorso era significativamente sovraregolato nel gruppo ad alta risposta infiammatoria, ma l’olfatto la trasduzione era compromessa. L’analisi di regressione ha selezionato 9 geni infiammatori, che erano significativamente associato alla depressione. SVM ha mostrato che questi geni potrebbero riconoscere accuratamente il depressione nei pazienti FM con e AUC superiore a 0,87.

Conclusioni: l’elevata risposta infiammatoria nella FM era strettamente correlata allo stato emotivo, soprattutto il verificarsi di depressione, ma non di dolore fisico. Il nostro studio fornisce nuove informazioni sul patogenesi di diversi sottotipi di FM.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...