Come descrivere la propria vita con il dolore cronico

Convivere con il dolore cronico non è una scelta e per nulla facile perché compromette negativamente la qualità di vita di chi ne soffre, danneggia la sua condizione mentale ed è difficile da trattare. Ha un impatto negativo a livello personale, lavorativo, sociale e familiare. Soffrire di dolore cronico ti altera tutto l’ organismo, non è solo una sgradevole sensazione. Può modificare la percezione della vita, la capacità di utilizzare le proprie risorse rendendo difficile l’affrontare la quotidianità e determinando una riduzione importante della qualità di vita. È una sofferenza persistente, ti domina. È logorante, martellante, intenso, sordo, straziante, pungente. Ti soffoca, ti lascia senza fiato, ti fa piangere, ti fa urlare, non ti fa dormire, non ti fa mangiare. Ti divora da dentro, ti ruba tutte le energie, ti devasta l’ anima. Ti spezza la vita. Non si vede ma è reale!

Un pensiero su “Come descrivere la propria vita con il dolore cronico

  1. È che non puoi più fare quello che tu desideri ti piacerebbe andare a visitare magari una città ma tu non puoi perché hai orobkeni a camminare e ti stanchi i ferie non riesci a stare dietro ai ritmi degli altri. Devi lasciare il lavoro perché a casa ti regoli come stai quel giorno vedi gli altri andare non è entusiasmante tu a casa esci solo e terapie e cose che sei obbligata a fare. Il lavoro che ti piaceva non riesci più a farlo ma a casa sei più tranquilla perché i tuoi colleghi non capivano che stavi veramente nale come no .lo capiscono i tuoi cari.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...