È ora di parlare e di agire

Basta subire

Si è parlato molto di privilegio negli ultimi anni, e con buone ragioni. Le persone con varie forme di privilegio hanno dei vantaggi rispetto agli altri ed è importante discutere perché la discussione può portare ad aprire menti e cuori e infine, a idee e soluzioni. Inizia sempre con la sensibilizzazione su un argomento particolare in modo che il pubblico, la gente “sana” inizi a conoscerlo. Vorrei mettere in luce un altro tipo di privilegio di cui non si parla molto: “il vantaggio di stare bene”.

Scuola, lavoro, reddito, aspirazioni di carriera, obiettivi personali, relazioni: ogni aspetto della vita può essere influenzato quando si ha una condizione di salute fisica e/o mentale. Essere in salute è un privilegio. La vita è generalmente più facile quando sei in buona salute, anche quando si tratta di cose basilari come la cura di sé. Penso che sia importante esserne consapevoli come persona con una malattia cronica . Questa consapevolezza mi ha aiutato ad adeguare le mie aspettative ; la mia definizione di successo ora è utile e non dannosa. Ho smesso di paragonarmi a persone normodotate perché non c’era paragone; la mia situazione è completamente diversa.

Mi ha anche aiutato a capire che se le persone sono infastidite dalla mia malattia, non è colpa mia e non ho nulla di cui vergognarmi. Non ho alcun controllo su come funziona il mio corpo e su come reagiranno gli altri. Ora mi rendo conto anche che le aspre osservazioni o la crudeltà degli altri dicono di più su di loro che su di me. Questa realizzazione mi ha reso una persona molto più felice. E sì, puoi essere malata e felice.

Ora capisco che alcune osservazioni e i consigli non richiesti, quelli che non sono viziati come quelli menzionati prima, sono sinceramente pensati per essere utili e provengono da un luogo di ignoranza. Vedo queste occasioni come un’opportunità per educare gentilmente le persone sulla mia malattia e sul perché le loro raccomandazioni sono sconsiderate .

Forse una maggiore consapevolezza del problema porterà alla fine a un mondo più giusto e gentile. Per lo meno, quelli di noi che sono malati cronici possono imparare a essere più gentili e rispettarsi di più.

Non smettete mai però di parlare e/o di sensibilizzare della vostra malattia, anche noi malati cronici abbiamo il diritto, un giorno, di vivere meglio la nostra vita e non dobbiamo vergognarci di chiederlo SEMPRE.

Un pensiero su “È ora di parlare e di agire

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...