Quel primo giorno, 6 settembre 2018

Quanta emozione quel giorno… 6 settembre 2018

Tipi di Emozioni

Sono passati quasi quattro anni da quando fui portata al pronto soccorso per una serie di parestesie alle gambe che mi impedivano di camminare, io non avvertivo più alcuna sensibilità dal bacino in giù. Tutto ebbe inizio così, poi, dopo 9 lunghi mesi di indagini, la diagnosi: fibromialgia. Da quel giorno, non vi nascondo che ho attraversato momenti molto difficili, stati di ansia e depressione che peggioravano la mia situazione; era difficile per me accettare quella condizione. Un stato di perenne dolore, intenso, lancinante che incendia il tuo corpo e che a volte, toglie il respiro. Dovevo però reagire a tutto questo. Non potevo starmene sempre seduta e piangermi addosso, non avrei risolto nulla così, anzi avrei sicuramente peggiorato una situazione già particolarmente difficile e dolorosa. Mi sono così data da fare. Ho fatto di tutto per documentarmi sulla “bestia” così definisco la Fibromialgia, ho successivamente partecipato a diversi incontri organizzati da associazioni, mi sono occupata nella mia amministrazione, (essendo io anche sindacalista) di tutte le problematiche legate alle difficoltà lavorative che noi fibromialgiche incontriamo negli ambienti di lavoro.

Purtroppo la Fibromialgia non essendo una malattia riconosciuta ed inserita nei LEA non viene presa in considerazione negli ambienti di lavoro, noi non ESISTIAMO per il SSN di conseguenza non possiamo chiedere comprensione ai datori di lavoro anzi, se ci proviamo chiedendo un semplice aiuto per anche una cambio di mansioni, spesso non ci viene concesso perché appunto, la fibromialgia è una sindrome NON riconosciuta.
Nelle mie ricerche mi sono imbattuta nei gruppi di auto aiuto. Ne ho studiato le origini, la storia ed è nata in me una voglia di realizzare un gruppo di auto aiuto per le fibromialgiche; l’idea è scaturita perché notavo nei vari incontri ai quali partecipavo che tra noi fibromialgiche si instaurava nell’immediatezza un gruppo di ascolto spontaneo.

Eravamo tutte desiderose di un confronto, di uno scambio di opinioni sulle giuste terapie, ci confrontavamo persino sul cibo che mangiavamo, insomma, un raffronto su tutto quello che erano le nostre difficoltà quotidiane. Mi metto quindi alla ricerca dei corsi e mi imbatto nel Coordinamento Toscano dei gruppi di auto aiuto.

Mi informo, confesso loro già dal primo giorno, il mio desiderio di realizzare un gruppo per le fibromialgiche.
FINALMENTE! Non mi sembrava vero, stavo realizzando qualcosa in cui credevo moltissimo e
che forse, un giorno si sarebbe potuto realizzare. Sono fortunata, perché al Coordinamento trovo
una vera “famiglia” un gruppo di operatori seri e preparati; mi sentivo vicinissimo a loro per la passione che mettevano in quello che facevano.

La referente scientifica del Coordinamento, al secondo incontro mi comunicò che mi avrebbe dato
una mano nella realizzazione di questo sogno.
Dopo la formazione, la preparazione e le consulenze per i gruppi da creare e da formare, il mio
sogno si avvicinava sempre di più.
Il 12 maggio del 2018 ( in occasione della giornata mondiale della Fibromialgia, ho voluto
personalmente questa data) nasce il mio gruppo: Fibromialgia: affrontiamola Insieme. Sono al
settimo cielo nonostante Francesca Gori, la referente scientifica che si è affiancata a me in tutto questo percorso, mi ripeteva sempre: “Rosaria, non è finita, siamo solo all’inizio”.

Il 6 settembre 2018, il primo giorno del mio gruppo di auto aiuto.
Credetemi, non sto esagerando, ero così tanto felice quasi come quando nacque il mio primo ed
unico figlio. Emozionata all’ennesima potenza, ero elettrizzata ma allo stesso tempo serena, sembra un paradosso ma è così. Avevo raggiunto uno scopo, quello scopo… quell’obiettivo che al principio era solo un sogno, si era finalmente realizzato.

Affluenza inaspettata, si sono presentate il doppio delle persone di quelle che mi avevano dato la loro certa presenza.
Erano raddoppiate a ragione di un bisogno di risposte e di voglia di sapere sull’argomento.
Avevo preparato tutto, il discorso iniziale, la presentazione, tutto ma… appena iniziato non ho più seguito la scaletta che avevo preparato. Ho proseguito ininterrottamente.
Il primo giorno di scuola ve lo ricordate un po’ tutti credo, ecco quello è stato per me come il primo giorno di scuola. Il cuore che batte, emozionata elettrizzata: assorta sulla tematica, non dovevo perdere la concentrazione…

Quel mio sogno di realizzare un gruppo di auto aiuto per:

Favorire lo scambio di esperienze tra persone che condividono la stessa problematica o
condizione e per trasformare il disagio in risorsa;

Dare l’opportunità di incontrarsi in un luogo dove poter essere ascoltati e ascoltarsi senza
giudizi, in un clima armonioso;

Di favorire una socializzazione e offrire l’occasione di scoprire le nostre risorse interiori per poter affrontare i nostri disagi con forza e l’atteggiamento positivo;

Aprire le porte a tutti coloro che intendono mettere in comune la loro esperienza, difficoltà
e risorse, si era finalmente realizzato.

Questo è accaduto il 6 settembre 2018 alle ore 18:00 presso le Baracche Verdi in via degli Aceri 1 a Firenze in Zona Isolotto e spero vivamente, sinceramente e seriamente che questo cammino segua ancora per tanto tempo con la stessa forza, lo stesso entusiasmo con il quale è cominciato.

Voglio ringraziare TUTTI, tutti quelli che mi hanno aiutata nella realizzazione di questo sogno, in primis, Francesca Gori che ha creduto in me e nel mio sogno.

Grazie Francesca Gori e grazie al Coordinamento Toscano dei gruppi di auto aiuto.
Rosaria Mastronardo

Il sogno continua

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...